fbpx

Come cucire il porta posate

* 13 come cucire un porta posate - sara poiese
View Gallery 9 Photos
* 14 come cucire un porta posate - sara poiese
*12 come cucire un porta posate - sara poiese
01 come cucire un porta posate - sara poiese
02+03+04 come cucire un porta posate - sara poiese
05+06+07 come cucire un porta posate - sara poiese
08+09 come cucire un porta posate - sara poiese
10 come cucire un porta posate - sara poiese
* 15 come cucire un porta posate - sara poiese
* 13 come cucire un porta posate - sara poiese

Se la bella stagione si apre, anche i pranzi in giardino con una tovaglietta all’americana e un porta posate possono dare ordine e brio a una tavola.

Scopriamo assieme come è facile e veloce realizzare un box porta posate con imbottitura, trapuntato e anche foderato.

 

Materiale occorrente

 

Procedimento
1.Scaricare il cartamodello / pattern gratuito dallo shop, stamparlo con una normale stampante e ritagliare la sagoma in carta.

Sovrapporre il cartamodello alla al tessuto di cotone a bollini: tagliare la stoffa della stessa misura del cartamodello.

Ripetere l’operazione con la stoffa rossa con le lumachine per l’interno: i margini di cucitura sono dunque compresi nel cartamodello / pattern.

2.Tagliare l’ovatta di una misura appena più grande rispetto al cartamodello, unirla al tessuto a bollini con l’aiuto del ferro da stiro .Se non si ha l’ovatta termoadesiva, è sufficiente spillare l’ovatta al tessuto e dare una veloce imbastitura ai margini del progetto. 3.C02+03+04 come cucire un porta posate - sara poieseon la squadra 15 cm x 30 cm, porre la riga con la linea dei 45 ° proprio sul margine del tessuto a bollini, e con la matita a scatto per tessuti segnare la prima linea obliqua a 45 gradi.

Ripetere l’operazione per riempire il tessuto a bollini con linee angolate a 45 distanti 3 cm l’una dall’altra.

Con l’aiuto poi della guida per bordi del piedino per la macchina per cucire, macchinare un punto dritto seguendo le linee di gessatura premarcate.

05+06+07 come cucire un porta posate - sara poieseRipulire i margini eccedenti dell’ovatta con l’aiuto della squadra e del rotary cutter, per ottenere un tessuto imbottito, trapuntato, senza margini inutili eccedenti.

4.Ripiegare l’esterno del porta posate per il lato lungo, e spillare con degli spilli lunghi da patchwork.

Cucire con la macchina per cucire a margine piedino, o comunque a margine 1 cm dal bordo stoffa.

Il porta posate ora necessita di “spessore”, per questo si realizzano gli angoli.

08+09 come cucire un porta posate - sara poiese5.Con la matita per tessuti o una penna (non si vedrà il risultato dal lato dritto della stoffa), disegnare gli angoli, delle misure definite nel cartamodello che potete scaricare gratuitamente alla fine di questo tutorial.

Ripiegare il porta posate come si vede nella foto a destra, e cucire la punta ottenuta con alcune cuciture con salda (fermatura).

Quest’operazione di salda è importante altrimenti gli angoli del porta posate si apriranno con l’usura del progetto.

10 come cucire un porta posate - sara poiese

Ripetere gli stessi passaggi 4 e 5 anche per la fodera interna con le lumache: spillare quindi dritto contro dritto il tessuto per il lato lungo, cucirlo; disegnare gli angoli secondo le misure suggerite dal cartamodello scaricabile grautuitamente e dopo averli spillati procedere alla loro cucitura con salda.

6.Ottenuti due cestini identici, spillare in cucitura baciata, ossia dritto contro dritto,  i due tessuti, facendo attenzione a lasciare una piccola apertura non cucita per permettere al porta posate di venire rovesciato, quindi raddrizzato, e rifinito. 7.Una volta raddrizzato il porta posate, stirare i bordi superiori e macchinare un’impuntura di fissaggio.

Il porta posate è ora pronto per abbellire il nostro pranzo nel tavolo da giardino!

Per scaricare grauitamente il progetto clicca qui

Come sempre vi ricordiamo che se desiderate approfondire un cartamodello, un progetto, un pattern, un tutorial, una tecnica, un abito o un outfit in generale, basta che mandiate una mail a cucito@sarapoiese.com o un messaggio privato via Facebook e lo valuteremo per realizzarlo postandolo sul blog.
No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito consente l’invio di cookies di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi. Per saperne di più o per negare il consenso ai cookies, consulta la nostra informativa. Se chiudi questo banner o accedi a qualunque elemento esterno ad esso acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi