Opal 690Q: da un cucito ottimo ad uno eccellente

HV Opal 690Q - sara poiese

Per passare da un cucito ottimo ad uno eccellente.

Se utilizzi una macchina meccanica o un vecchio modello computerizzato, ti stai perdendo i vantaggi della moderna tecnologia. Dai punti utili all’ampia area di lavoro, questa macchina di casa Husqvarna Viking denota carattere e gran stile.

 

Dati tecnici
  • Brand: Husqvarna Viking
  • Opal 690Q
  • Macchina per cucire elettronica
  • Ampio spazio di cucito
  • Tecnologia EXCLUSIVE SENSOR SYSTEM™  che regola automaticamente  la cucitura di qualsiasi spessore di tessuto.
  • funzione Avvio / Arresto
  • Rasafilo automatico
  • Touch screen
  • Tensione del filo elettronica auto regolante
  • Sensore esaurimento del filo di bobina
  • Larghezza punti decorativi fino a 7 mm
  • Illuminazione LED

 

La nostra prova Test & Sew
Quando abbiamo aperto in sartoria l’imballo della Opal690Q, non ci aspettavamo di avere a che fare con una macchina da cucire che fosse così tanto in grado di aiutarci tra i diversi tessuti che siamo solite cucire. Il suo design è abbastanza pulito, semplice. Il suo display touch screen in bianco e nero – inizialmente – ci ha fatto pensare ad una macchina da cucire più basica.

HV Opal 690Q 02 - sara poieseE invece no. Il display touch screen solo in bianco e nero può demotivare le generazioni più hi tech che sono abituate a colori brillanti, display retina, icloud e quant’ altro. Ma in realtà il display bicolore è incoraggiante per chi era abituata ad usare una buona macchina per cucire meccanica e vuole passare alla versione elettronica, o per chi possiede da anni una macchina per cucire elettronica e non vuole perdersi gli aggiornamenti tecnologici restando pur vicino alle vecchie consolidate abitudini visive del display in bianco e nero. Avremmo sinceramente sperato in una dimensione di display maggiore rispetto alle versioni precedenti della serie Opal, ma usando la macchina questo limite non si percepisce poi così pesantemente.

Per le amanti dei quilt, l’ ampia area di lavoro di ben 200 mm permette di padroneggiare bene le copertine, i pannelli e tutte le lavorazioni di cucito creativo che arrotolandosi possono essere trapuntate e rifinite egregiamente.

Per chi lavora grandi progetti, il rasafilo automatico è un altro valore positivo che si aggiunge a questa macchina per cucire elettronica, funzione a nostro avviso comoda perchè taglia il filo superiore e inferiore con un semplice click, evitandoci di estrapolare la stoffa e tagliare i fili manualmente con una forbicina.

Per quanto riguarda gli automatismi elettronici, ci è piaciuto il sensore del filo di bobina, che ci avvisa quando il filo nella bobina si sta esaurendo, è terminato, o si è inceppato.

HV Opal 690Q 03 - sara poieseAnche il sensore di Avvio / Arresto fa guadagnare punti sul giudizio della Opal 690Q, perchè è un valido aiuto quando si vuole trapuntare in modo organico, o quando si vogliono effettuare cuciture decorative.

Una funzione che stiamo riscontrando in tutte le nuove macchine per cucire elettroniche prodotte dal brand Husqvarna Viking, è la tecnologia EXCLUSIVE SENSOR SYSTEM™  che regola automaticamente  la cucitura di qualsiasi spessore di tessuto. In pratica, se stiamo cucendo del cotone americano fermo o della maglina di jersey elastica, la macchina per cucire Opal 690Q è in grado di riconoscere le diverse tipologie di tessuto fermo ed elasticizzato e di aiutarci al meglio nella cucitura. E’ a nostro parere una funzione pratica anche per chi si avvicina al cucito per la prima volta e desidera partire già in prima fila con una buona macchina elettronica.

Asole: anche le asole meritano una nota di approfondimento: la Opal 690Q ne può cucire 7 diverse tipologie, e con il piedino apposito oltre al sensore che regola automaticamente la cucitura su qualsiasi tessuto, anche le asole sul jersey non hanno rappresentato una difficoltà quando le abbiamo provate.

Ago basso o ago alto sono ovviamente funzioni incorporate, affinché le cuciture possano fermarsi sempre con l’ago nella posizione desiderata; la specchiatura del punto è intuitiva e molto comoda nelle cuciture anche di tutti i giorni; si possono memorizzare i punti decorativi più utilizzati.

Specchiatura del punto e tapering. Operazioni che semplificano.

Una caratteristica che ci piace molto in questa macchina è la funzione automatica ( sempre grazie all’ EXCLUSIVE SENSOR SYSTEM™) di capire quale ago sia meglio per il nostro tessuto, se un ago 80, 90 o 100. Il display ce lo indica e questo a nostro parere è un dato molto utile.

Tapering: questa macchina per cucire offre la funzione Tapering, ossia l’automazione nel ridimensionamento del punto in prossimità della cucitura di un angolo. Avete presente l’angolo di una tovaglia? Abbiamo realizzato un fitto punto zig zag alto 7 mm, e in prossimità dell’angolo lo zigzag si è gradualmente ridotto fino a riaumentare di pari equilibrio quando abbiamo iniziato a cucire l’angolo seguente.

Alfabeto: sinceramente, siamo del parere che per ricamare un buon alfabeto serva una macchina ricamatrice. Le macchine per cucire elettroniche simulano il ricamo di un alfabeto ma cuciono la lettera effettuando un punto avanti / indietro che non ha paragoni con una lettera ricamata. Tuttavia, se accettiamo e siamo consapevoli della differenza, può essere un primo passo accettabile per scrivere il nome sui grembiuli dell’asilo dei nostri bimbi, fintantoché non scopriamo eventualmente la passione per il ricamo e decidiamo di fare un passo  verso un prodotto in tal senso più adatto.

 

Accessori inclusi

Nella scatola, oltre alla macchina per cucire, al cavo della corrente e al pedale per cucire, sono presenti i seguenti accessori:

  • Piedino per punti utili A
  • Piedino per punti decorativi B
  • Piedino per asole C
  • Piedino per orlo invisibile D
  • Piedino per cerniere E
  • Piedino per rifiniture J
  • Piedino sensore per asole in un unico passaggio + Solette scorrevoli
  • Taglia asole + pennello + cacciavite
  • Feltrini, bobine +  stilo per touch screen
  • Ferma rocchetto piccolo e grande
  • Confezione di aghi + valigia rigida

 

Conclusioni

Nonostante il display touch sia ancora di dimensioni troppo ridotte per l’evoluzione che la serie Opal ha avuto con il modello 690Q, abbiamo apprezzato la semplice intuitiva affinità con le macchine elettroniche più “datate”, che offre un approccio più familiare a chi già aveva una macchina elettronica e desidera fare il passo verso una più nuova tecnologia di macchina.

La funzione che automatizza la tipologia di tessuto e di ago è la caratteristica che predomina nel brand Svedese, che di ciò si fa un vanto, e concordiamo con questa filosofia.

Avremmo desiderato delle luci LED più potenti, ma al contempo le luci montate non creano sfarfallii o disturbi durante la cucitura come invece ci è capitato testando altre macchine.

Opal 690Q ci piace, è elettronicamente avanzata e al tempo stesso ancorata al classicismo. E’ abbastanza pesante, e questo è importante, ma al tempo stesso grazie alla valigia rigida è trasportabile o quanto meno riponibile in ordine nella stanza del cucito.

Se vi è piaciuto questo post, cliccate mi piace e condividetelo sui vostri social!

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.