fbpx

Come arricciare la blusa con lo sbieco

Ho disegnato in esclusiva per La Mia Boutique di giugno 2017 alcuni modelli, tra cui questa blusa con scollo arricciato profilata con lo sbieco.

07 - LMB 062017 - sara poieseLa rivista è disponibile in edicola, e tra i modelli che – come stylist – ho disegnato per questo numero, c’è questa blusa molto romantica ma multiuso a seconda della stoffa prescelta.

L’aspetto che ho voluto valorizzare in questo modello era la versatilità che potesse avere una tale vestibilità, in base al tessuto da noi scelto.

Nella foto, la modella in rivista indossa una stampa floreale, un tessuto elasticizzato, coprente, a trama fitta.

I profili di sbieco sono in raso, bianchi, per dare quel tocco di glamour e di eleganza che non dovrebbe mai mancare nel guardaroba di una donna.

 

Materiali occorrenti

 

Sono stata invitata a un aperitivo informale…. e aimé… panico aprendo le ante del guardaroba 🙂 (come sempre d’altronde….). Soluzione? Mi cucio la blusa arricciata, in chiffon rosa cipria che questa stagione va tanto di moda.

Dopo aver ricalcato con la carta velina il cartamodello della taglia a me più affine dalla rivista, ho spillato la velina su un doppio strato di stoffa.

A mio gusto, lo chiffon è un tessuto piacevolissimo e fresco, svolazzante e romantico, ma non sempre è bello far emergere le trasparenze.

Doppiando il tessuto, è come se avessi tagliato due bluse in un solo istante, e le ho spillate assieme come se fossero un unico materiale.

 

L'arricciatura

Dopo aver spillato e cucito le spalle e i fianchi, mi sono ovviamente trovata a dover rifinire con la macchina per cucire il giromanica e lo scollo.

Non avevo in mente di imbastire  queste due parti per unire i due tessuti, con alcuni spillini ho fissato le stoffe e ho cucito a stretto margine dal bordo della fine stoffa una semplice cucitura a punto dritto per fissare i tessuti.

L’ago: per cucire lo chiffon è necessario usare l’ago Microtex 60, un tipo specifico di ago per la macchina per cucire che permette di confezionare tessuti così leggeri senza rovinarne la trama.

L’arricciatura di questa blusa, è progettata in due punti: il primo è il centro davanti, il secondo è il centro dietro.

Per un’arricciatura ancora più veloce del classico metodo, ho sostituito l’ago con un ago gemello, ossia quell’ago che ha un unico singolo attacco superiore ma che poi si dirama in due aghi paralleli tra loro.

E’ velocissimo creare arricciature in tal modo.

Ho allungato il punto di cucitura al massimo del consentito dalla mia macchina, si pensi che la lunghezza standard solitamente è 2,5. Si può allungare il punto fino a 5 o 6 punti.

Senza saldine iniziali e finali, ho cucito queste due cuciture parallele, lasciando il filo bello lungo ai margini.

Sarà sufficiente tirarlo con delicatezza, a cucitura ultimata, per arricciare della misura desiderata il collo davanti e il collo dietro. Le misure delle arricciature le trovate cmq nelle istruzioni nella rivista.

 

Come applicare lo sbieco

Anche lo sbieco merita un approfondimento a parte.

Ci sono vari metodi per applicare il nastro sbieco.

Io per questa blusa ho cucito prima lo sbieco (come si vede nella foto nell’incavo manica), dritto contro il rovescio della stoffa.

Una volta cucito, ho rifilato con la forbice da sarta gli eventuali margini di chiffon abbondanti, al fine di ottenere una stoffa alta quanto il piccolo profilo ripiegato dello sbieco di raso.

Successivamente, (come si vede nella foto nel girocollo), ho ripiegato lo sbieco verso l’esterno, l’ho delicatamente stirato, e con la macchina per cucire ho macchinato a filo della ripiegatura dello sbieco per fermare il profilo di raso.

Il risultato è magnifico sia dal lato dritto del tessuto, perchè si vede giusto la cucitura in tinta, sia dal lato rovescio, perchè non si vedono le rifiniture del margine del tessuto lavorato.

Una stirata alla fine del lavoro, e lo sbieco di appiattisce alla perfezione, pronto per essere indossato.

 

L'orlo in tagliacuci

Le potenzialità della tagliacuci le ho più volte decantate nei miei tutorial e nelle mie review, credo molto che una macchina possa agevolarci e alleggerirci molte lavorazioni altrimenti noiose e mai perfette.

Per rifinire fianchi e spalle di questa mia blusa ovviamente ho rifinito il tutto con la sorfilatura della mia tagliacuci.

Prima cucio a macchina le spalle, poi unisco i margini delle stoffe delle spalle davanti e dietro nella magnifica finitura che solo la tagliacuci sa dare…

Ma il risultato più visibile è nell’orlo della blusa.

Per evitare il noioso orlino a mano, con la tagliacuci ho orlato in poco meno di 2 minuti entrambi gli strati dello chiffon della mia blusa, con il cosiddetto orlino basso, l’orlino dei foulard, quello basso basso arrotolato che se fatto ( come nel mio caso) dello stesso colore della stoffa, quasi scompare alla vista.

04 - LMB 062017 - sara poieseBlusa confezionata, stirata, le istruzioni nella rivista erano essenziali e chiare, il modello lo adoro e l’ho trasformato in una blusa elegante rispetto alla versione illustrata in rivista.

Ho optato anche per la variante monocolore, mentre in rivista ho proposto la blusa in stoffa floreale con una parte della schiena in tinta unita bianca.

Pronta per essere indossata!!!!!!!14

E di sicuro farò un figurone 🙂

Come sempre vi ricordiamo che se desiderate approfondire un cartamodello, un progetto, un pattern, un tutorial, una tecnica, un abito o un outfit in generale, basta che mandiate una mail a cucito@sarapoiese.com e lo valuteremo per realizzarlo postandolo sul blog.

Se vi è piaciuto questo post, cliccate mi piace e condividetelo sui vostri social!

 

3 Comments
  1. Felice se mi rivelate le malizie usate dalle sarte per confezionare un bel capo
    Molto gentili ! Un saluto e arrivederci con un nuovo insegnamento !

    1. Grazie Lucilla per il tuo commento 🙂 lo apprezzo molto ed è un piacere leggere che vi state appassionando giorno dopo giorno al mio blog! Un abbraccio sartoriale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.