Come cucire il panno proteggi pentola

View Gallery 9 Photos

Proteggere le pentole dai graffi è una buona idea, non solo per preservarne la loro durata ma anche – con le pentole antiaderenti – per mantenerne intatte le qualità di cottura.

Scopriamo in questo tutorial come sia veloce e assai utile realizzare questo progetto di cucito creativo per la nostra cucina, cucendo degli angoli perfetti.

 

Materiale occorrente

 

Procedimento

Anzitutto vi rimandiamo al cartamodello scaricabile gratuitamente seguendo il link nella lista dei materiali occorrenti, oppure visitando la pagina SHOP del blog.

All’interno del cartamodello, sono presenti le misure del progetto in relazione alle misure della pirofila che volete proteggere.

Tagliati i due rettangoli delle misure richieste dal cartamodello, è importante spillare con gli  spilli, dritto contro dritto, i due strati di stoffa.

Trucchetto: spillare come indicato dagli spilli gialli nella foto l’area che non viene cucita, indispensabile per procedere negli step successivi.

Macchinare un punto dritto a margine piedino, ossia a 1 cm di margine dal bordo del tessuto, tutta la sagoma del cartamodello.

In questo progetto, utilizziamo il rosso come “fondo” e il tessuto a quadretti come lato superiore del panno proteggi pentola.

Una volta effettuate le cuciture, con l’aiuto della forbice, smussare in diagonale ogni cucitura ad angolo.

Incidere poi qualche millimetro nei 4 angoli convessi del panno proteggi pentola.

Inoltre, tagliare il margine di cucitura dei 4 angoli convessi in modo tale che si riduca progressivamente in prossimità dell’angolo convesso stesso, come indicato in figura.

Questi passaggi sono fondamentali per garantire, una volta rovesciata la stoffa e posta nel lato diritto, di avere angoli perfettamente appuntiti sia nelle zone concave che convesse.

Grazie all’apertura lasciata dai due spilli gialli nei passaggi iniziali di questo tutorial, è possibile beneficiare di una piccola area di stoffa non cucita in doppio, e quindi non chiusa.

Questo passaggio è importante per permettere al panno proteggi pentola di essere rivoltato nel lato dritto.

Una volta stirati i margini diritti del progetto, con un ago e un filo di colore rosso, si può effettuare un sottopunto a mano per saldare l’apertura rimasta.

In alternativa, è comunque possibile spillare la zona rimasta aperta e procedere alla chiusura a macchina.

Per una cucitura di chiusura a macchina molto precisa, e a soli pochissimi millimetri dal bordo di ripiegatura stoffa, ci viene in aiuto il piedino a bordo stretto, un piedino molto amato qui in sartoria, e già ben conosciuto dalle fan più fidelizzate.

E’ un piedino che grazie alla guida metallica centrale, permette di spostare l’ago di qualche millimetro a sinistra (o destra, a seconda delle necessità), e di effettuare una cucitura a punto dritto (ma anche zig zag se necessario).

Abbiamo raccontato meglio le ottime funzioni di questo piedino in un tutorial presente sul blog: “Il piedino bordo stretto: multiuso e multistoffa“, visualizzabile cliccando qui.

In men che non si dica il panno proteggi pentola è pronto. Abbiamo realizzato un primo panno nei toni del rosso, per proteggere la pirofila più grande.

Abbiamo poi realizzato un secondo panno nei toni del beige caffelatte, che abbiamo posto nella pirofila più piccola, per impilare così comodamente tante pirofile perfettamente protette. Guarda la photo gallery all’inizio di questo tutorial, è espressa con il logo della macchina fotografica sopra l’immagine di copertina dell’articolo.

E se vuoi scoprire qualche caratteristica della macchina per cucire sperimentata per questo tutorial, leggi il nostro approfondimento: “Pfaff Quilt Ambition 2.0: test & sew” cliccando qui.

Se vi è piaciuto questo post, cliccate mi piace e condividetelo sui vostri social!

Come sempre vi ricordiamo che se desiderate approfondire un cartamodello, un progetto, un pattern, un tutorial, una tecnica, un abito o un outfit in generale, potete inviare una mail a cucito@sarapoiese.com  e lo valuteremo per realizzarlo postandolo sul blog !

Restate sempre connessi per novità e curiosità sul mondo del cucito pratico e creativo sui miei canali social.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.